Stregoneria Cornica
Comment 1

Bucca – Il Dio Cornuto della Cornovaglia

Il Cornuto è sicuramente il dio più conosciuto relativo alla pratica delle streghe e nella tradizione cornica non è da meno.

Molte delle streghe inglesi si appellano a lui chiamandolo “Diavolo” che chiaramente non si avvicina alla figura divulgata dalla religione cristiana, ma più specificatamente si appella quella figura folcloristica legata ai misteri della natura, al moto delle stagioni (particolarmente Autunno e Inverno) al tempo (particolarmente la Temesta), ai misteri della morte, di tutto ciò che non cnosciamo ed infine, alla conoscenza e all’uso della Stregonria.

Questo archetipo lo troviamo anche nella cultura ròmani, nella divinità chiamata Devel e la Terra: De Develeski; La Madre Divina. La stregoneria europea ha un legame molto stretto con il sistema magico e superstizioso della cultura rom.

Per le streghe tradizionali della Cornovaglia, specie nella regione del Penwith, il Cornuto prende nome di Bucca, mentre nel West Devon è conosciuto come Buckie. Il verso significato di questa divinità con il tempo è stata persa e mistificata. Al giorno d’oggi in Cornovaglia è visto come uno “spitello” o un “elfo maligno”.

Un’altra interpretazione erronea è anche quella di confonderlo con una divinità marina. Poiè alcuni pescatori del Newlyn erano soliti offrire qualcosa a Bucca, solitamente birra o fiori. I contadini invece erano soliti offrire parte del pane prodotto, quando dovevano cominciare una nuova semina chiedevano la benedizione di Bucca, di conseguenza il campo diventava di “propietà di Bucca” è prendeva il nome di “Chybucca” ovvero, la Dimora di Bucca. Una cosa che accomuna sia i pescatori che i contadini, è il fatto che Bucca sia visto anche come una divinità legata al tempo atmosferico, poiché era fondamentale sia per coloro che andavano per mare, sia per chi coltivava la terra.

Nella Tradizione Cornica, Bucca si manifesta in due polarità chiamate: Bucca Gwydder e Bucca Dhu; Il Dio Bianco ed il Dio Nero. Bucca Dhu è in assonanza con il Diavolo della cultura popolare inglese ed è associato alle tempeste ed i mesi invernali. Tuttavia Bucca Gwydder è associato al bel tempo, alla semina come al raccolto ed ai mesi estivi. Quando una forte stempesta impervia sulla valle, si dice che Bucca Dhu stia arrivando a cavallo di un grosso destriero nero, con ochci di fuoco e fumo che sce dalle narici. In questo aspetto di Bucca vi possiamo riconoscere alcuni tratti di Odin/Woden, come comandante della Caccia Selvaggia, che nella cultura inglese si crede per corra la strada di Abbot fino a raggiungere l’Oltretomba. Entrambe le figure sono associate alla tempesta, ai mesi invernali, al contatto coi morti ed al passiaggio verso Altri Mondi.

L’antica credenza di associare Bucca ad Odin è quella legata ad una località chiamata Tolcarne, detta anche “Roccia del Diavolo” Nella quale si credesse che abitasse uno spirito maligno devoto alla Tempesta e che causasse una cattiva pesca ai pescatori. Così come un’altra leggenda chiamata “il Troll di Tolcarne” vede come protagonista una versione di Odin il mago, il qualche mostra un incantesimo legato al mare: prendendo tre foglie secce di Frassino, Quercia e Rovo lasciate nell’acqua possono donarci conoscenza delle nostre vite precendenti. Altra associazione fra Bucca e Odin è il cavallo. Nella Stregoneria Tradizionale è un forte simbolo magico per il viaggio fra i Mondi così come nella fede Etena, il cavallo prende l’immagine di “veicolo” per muoversi fra i rami o le radici dell’albero del mondo, Yggdrasil. Incidere nel legno un teschio di cavallo o la testa di cavallo è simbolo di protezione e portatore di prosperità, mentre tenere il teschio di una giumenta nel proprio giardino si dice che aiuti le piante a crescere e ad avere un orto prospero, la giumenta è un simbolo di prosperità.

Nella stregoneria cornica la giumenta diventa invece non solo concentrato di forza e prosperità, in gradi canalizzare le energie maschili, ma anche un mezzo, per il viaggio gra i mondi, legato anche alla Dea Oscura come veicolo per la Caccia Selvaggia.

In altre tradizioni che possono essere presenti della penisola britannica, Bucca Dhu è legato alla magia nera, di banno ed alla luna nuova. Bucca Dhu regna da Allantide (Yule) fino alla Festa di Maggio.

Tuttavia, Bucca Gwydder è un dio silvano legato al bel tempo, ai mesi estivi ed a tutto ciò che è legato al concetto di fertilità, egli regna dalla Festa di Maggio (Beltaine) fino ad Allantide. Entrabi questi due aspetti di Bucca sono legati alla malizia ed all’impredibilità. Insieme rappresentano le forze contrastanti della natura e dell’animo umano. In Bucca risiede la Luce e l’Ombra. Possiamo trovare la massima espressione di Bucca in Bucca Gam: Il dio androgino, la capra del sabba, il dio/dea di qualsiasi cosa. Il Grande Cornuto.

Annunci

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...